Abruzzo Travelling

L'Hotel Corallo 3 stelle, idilliaca oasi di pace nel cuore di Francavilla al Mare: posizione meravigliosa, accoglienza familiare e servizi omnicomprensivi.

Tra il mare cristallino che bagna il più bel litorale abruzzese e le verdi colline alle spalle, l'Hotel Corallo abbina elevati livelli di comfort ed accoglienza, a tariffe particolarmente vantaggiose. Ideale per il turista alla ricerca dello svago e del relax...ideale per l'uomo d'affari per il servizio professionale e riservato che il nostro staff offre.

Situato su di un limpido e soffice litorale sabbioso, l'Hotel Corallo offre particolare ospitalità a famiglie con bambini, per momenti di svago e divertimento all'insegna del relax.
Ambienti eleganti e raffinati per trascorrere indimenticabili vacanze, ma anche confortevoli meeting e soggiorni di lavoro. Spazi di relax, riservatezza e convivialità come le camere con vista, l’ottimo ristorante, la sala meeting con ampi spazi per riunioni ed eventi.

Le nostre camere

L'hotel Corallo, dispone di 33 magnifiche camere e di una junior suite "Myosotis". Calde e romantiche, con tutti i comfort migliori tra quelli proposti dagli alberghi 3 stelle di Francavilla al Mare e dell'Abruzzo, sono l'espressione della nostra passione per l'accoglienza, la cura personale degli arredi, dei dettagli e lo charme di ciascuna.

Silenziose, perfette per chi viaggia per lavoro e desidera rigenerarsi in un’atmosfera tranquilla e rilassante. Calde, ideali per creare un'atmosfera piena di benessere ed intimità.

Per assicurare a tutta la sua clientela, soggiorni ottimali, l'hotel Corallo dispone anche di 2 camere completamente attrezzate per accogliere persone diversamente abili.

Servizi a disposizione dei clienti

Spiaggia Attrezzata : Una splendida spiaggia attrezzata con lettini, sdraio ed ombrelloni è a vostro completo servizio nei mesi estivi

Terrazzo: Un ampio terrazzo con sedie, tavoli, lettini ed ombrelloni ideale per prendere il sole e rilassarti con una partita a carte.

Sala TV : Elegante e rilassante ambiente dove poter seguire ogni tipo di trasmissione gustandone anche il minimo dettaglio grazie all'ampio televisore al plasma.

Angolo Bar : Dal caffè mattutino, all'amaro post pranzo, per giungere a gustare il thè pomeridiano...

Sala Congressi: Accogliente e funzionale sala conferenze da 100 posti, completamente attrezzata con materiale audio/video, pronta a ricevere congressi, eventi e meeting di ogni livello ed importanza che fanno del Corallo l'hotel ideale per congressi a Francavilla al Mare.

Il ristorante

Il Gambero,

In provincia di ChietiFrancavilla al Mare è lungo la costa adriatica abruzzese, con i suoi otto chilometri di spiagge alle cui spalle, in un alternarsi di dolci colline, ci sono i monti della Maiellae il massiccio del Gran Sasso.

Poco più di 25mila abitanti, immersa in sfumature di colori che vanno dal bianco dorato del suo arenile, all’azzurro del mare, ai toni pastello delle colline, al grigio e al verde delle montagne, Francavilla al Mare già dalla seconda metà dell’Ottocento è chiamata la ‘perla dell’Adriatico’, per il suo turismo balneare e le tante offerte di intrattenimento e svago. Il suo clima è temperato caldo, con inverni mai rigidissimi, si parla in genere di 6 °C come media, ed estati calde ma non bollenti, attorno ai 26-27 °C. Per le piogge, in un periodo in cui il tempo sta diventando molto diverso rispetto al passato, si può dire che esse siano concentrate in autunno e nella prima primavera.

Complessivamente, la città rappresenta uno di quei posti che hanno il privilegio di poter essere visitati ed apprezzati in ogni mese dell’anno. Secondo gli esperti, il luogo ha un passato antico, visto che nel territorio sono stati trovati reperti archeologici che vanno dall’età del ferro a quella Frentana e Romana. Ma solo durante il dominio longobardo la città ha un vero e proprio nucleo abitativo, contadini e pescatori che non hanno vincoli feudali, e per questo è chiamata Francavilla.

Già al tempo, viene disegnato il cuore cittadino, a spina di pesce, dalla zona più alta, la Civitella, al mare. Dal XIII secolo, il suo porto diventa importante per gli scambi commerciali con le vicine città, come Chieti. Sono secoli di diversi tipi di calamità, peste, assalti dei pirati, invasioni turche (nella seconda metà del 1500 è distrutta dall’ammiraglio ottomano Piali Bassà), nonostante ciò le diverse famiglie che si succedono al potere, d’Avalos d’Aquino, Caracciolo, Di Palma, di nuovo d’Avalos, riescono ad arricchire la città che diventa sempre più invitante anche come luogo di vacanza balneare.

Con il 1800 e l’apertura della linea ferroviaria Ancora-Pescara-Bari, ciò è più marcato e tanti illustri personaggi ne fanno luogo di elezione, anche grazie a Francesco Paolo Michetti, pittore, fotografo e artista a tutto tondo, nonché senatore del Regno d’Italia (proprio per via del suo lavoro), che stabilisce qui la sede del suo ‘Cenacolo’, centro di ritrovo e di incontro per molti esponenti della cultura abruzzese ed italiana. Parliamo di ‘gente’ come Gabriele D’Annunzio, Eduardo Scarfoglio, Matilde Serao.

La Seconda guerra mondiale ha lasciato pesantemente la sua impronta qui, visto che i tedeschi la radono al suolo nel dicembre 1943. Una storia lontana, per fortuna, e Francavilla al Mare è risorta dalle sue rovine, diventando sempre più vasta, fino a raggiungere lungo la costa la città di Pescara, con cui in pratica costituisce un unico grande agglomerato urbano verso nord.

Il turismo, in particolare quello balneare e soprattutto estivo, è voce rilevante dell’economia di Francavilla al Mare ma non certo la sola, poiché rimangono molto importanti le attività agricole, frutta, ortaggi, verdura in generale: qui è la zona ad esempio del pomodoro a pera francavillese e siamo inoltre nell’area di produzione di vini doc famosi, come il Montepulciano d'Abruzzo, il Trebbiano d'Abruzzo, il Cerasuolo d'Abruzzo. La pesca resiste così come l’artigianato con il comparto della maiolica e della ceramica in genere nonché della lavorazione di tessuti finalizzati alla realizzazione di tappeti, arazzi, coperte.

Uno degli eventi più seguiti di Francavilla al Mare è il suo Carnevale, il più antico della regione, con tanto di costruzione di carri affidata ad esperti maestri cartapestai del luogo, che partendo da modelli di argilla e usando pure la vetroresina, li realizzano in modo sopraffino. La sfilata è un appuntamento irrinunciabile per i francavillesi, in un insieme di maschere, gruppi folcloristici, bande musicali. E c’è pure una versione estiva, a luglio, sempre con il corteo di carri allegorici. In tempo di Pasqua, nella parte alta del paese, organizzata dalla Parrocchia di Santa Maria Maggiore, si svolge la Via Crucis Vivente, con oltre 50 figuranti.

Tra aprile a maggio si tiene la Festa di Santa Liberata, patrona dei marinai e delle attività connesse al mare, la cui statua, secondo una leggenda, fu trasportata dalle onde fin sulla spiaggia di Francavilla dove fu trovata da alcuni marinai: il culmine della festa è la processione in mare su barche particolarmente addobbate. Per consuetudine, è d'obbligo includere nel menù del pranzo pietanze a base di seppia.

All’inizio di maggio prende il via ‘Francavilla Fiori e Fragole’, in cui i prodotti d’eccellenza del territorio sono ammirati, con stand di artigianato locale, degustazioni, mostre. Attorno al 13 giugno si celebra la tradizionale Festa di Sant’Antonio di Padova, con spettacoli vari, teatrali, bandistici, sacri con la processione che porta la statua del santo. E non mancano i mercatini.

A luglio c’è il Premio Michetti, dedicato al celebre personaggio, durante il quale si premiano artisti di varie discipline. Ad agosto, dal 15 fino al 18 ci sono i Festeggiamenti in onore di San Franco, patrono della città, con processione e fuochi d’artificio. Il 16 tocca alla tradizionale Processione di San Rocco durante la quale viene portato il grano in conche di rame. Il 15 agosto è importante anche perché c’è l’Ostensorio dell’Assunta, tempietto ottagonale in oro, sorretto da un piedistallo da cui si innalza una colonnina tortile arricchita da un nodo centrale e chiuso da una copertura a piramide, conservato nella Parrocchia di Santa Maria Maggiore e realizzato nel 1413 da Nicola da Guardiagrele.

All’inizio di dicembre, si svolge la ‘Corsa del Panettone’, una gara di 8 chilometri sul lungomare, abbinata alla kermesse ‘Due cuori una staffetta-lei&lui’, la cui partecipazione è per le coppie, regolarmente sposate e non. Per Santa Lucia (13 dicembre) c’è il ‘ballo della Pupa’, originale spettacolo pirotecnico visto che la pupa è un grosso fantoccio di cartapesta dalle forme esageratamente femminili, realizzato su una struttura di canne. Un’ulteriore particolarità è che all’interno c’è un uomo che suona la fisarmonica e danza freneticamente. E non solo: sono accesi petardi fissati sull'abito della pupa con un fragore sempre crescente che si conclude con lo sparo della girandola, fissata sul capo. Davvero suggestivo! E alla fine, c’è per tutti il grande ballo della pupa. Per Natale, il commovente Presepe Vivente, con tanti personaggi reali in abiti storici che rievocano la Natività.

Tra i piatti tipici di Francavilla al Mare, dove si mangiano ricette di terra e di mare, da provare il classico brodetto di pesce, la zuppa che mette insieme il pesce di piccole dimensioni e (apparente) bassa qualità, dall’alto sapore. Poi ci sono i cavatielli con la ricotta, i maccheroni alla chitarra conditi con un sugo fatto di carne di castrato, la ciabotta, zuppa di verdure miste (senza dimenticare il basilico) cotta in pentola di coccio, il cardo in brodo in cui sono fatti cuocere polpettine di carne di maiale, uovo, parmigiano, e fegatini di pollo. Da assaggiare i calamaretti a crudo serviti con olio, aglio, succo di limone, aceto bianco, olio, sale e peperoncino. Sotto Natale si usa il capitone alla griglia, prima spellato, ridotto a pezzetti e marinato in aceto di vino, vino, alloro, sale e pepe, poi cotto alla griglia. Notevoli le bruschette di pane casareccio abbrustolito, con la salsiccia di fegato o la crema di fave, la farinata al rosmarino, la frittata di alici. Per le feste, i dolci hanno l’aspetto della cicerchiata e del croccante con le mandorle.

L’appuntamento più famoso di Francavilla al Mare, il suo Carnevale, ha un simbolo e cioè la maschera di Patanello, ispirata alla figura di un ciabattino reale, ‘zi' patane’ vissuto tra la fine dell'800 e i primi del ‘900. Ovviamente, era uno cui piaceva divertirsi e fare baldoria, gironzolando per le osterie e inventando scherzi ancora ricordati. Francavilla al Mare è nota per la sua lunga spiaggia ma parlare solo di bagni è riduttivo, poiché è luogo ideale da cui partire per andare alla scoperta delle colline e dei monti dell’interno, visto che è considerata la porta marina per accedere al Parco della Majella.

Certamente, un soggiorno a Francavilla al Mare dà la sicurezza di avere servizi di massimo livello, con tante offerte di svago per tutte le età, visto che le spiagge sono tranquille per i più oziosi, mentre è sempre presente l’effervescenza di tante attività sportive nonché di una vita notturna molto frizzante. Relax, divertimenti, bagni di sole, sport, escursioni naturaliste e artistiche, tutto ciò in una sola città.

INFO E PREZZI CLICCA QUI

Dati Personali
Località
Prenotazione
Pagamento
Dati della Carta di Credito a garanzia della prenotazione (nessun importo verrà addebitato salvo caso di "no show").
Per pagamento con Bonifico Bancario: Minimo 50% del Soggiorno entro un mese dall'arrivo in Hotel e saldo alla Partenza
Trattamento dei Dati Personali
I dati indicati nella presente scheda di prenotazione, raccolti in ottemperanza ad obblighi di legge e conferiti per consentire lo svolgimento del servizio, saranno trattati in piena osservanza delle disposizioni di cui al D.Lgs. 196/03. I diritti dell'interessato inerenti al trattamento dei dati personali sono quelli previsti dall'art. 7 del citato D. Lgs. 196/03. Prendo atto dell'informativa di cui sopra e consento espressamente al trattamento dei propri dati personali e/o quelli dello studio che rappresenta, nei termini sopra indicati.
Regione Abruzzo - Made in Nature, Made in Italy
Realizzato con il contributo della Direzione Sviluppo Economico e del Turismo - Regione Abruzzo nell'ambito del Progetto Interregionale "Miglioramento della qualità dell'offerta turistica (Qualità...lia) c.5, art. 5 L.135/01 - Azioni specifiche"
www.abruzzoturismo.it