Abruzzo Travelling

Escursionismo e avventure sulle montagne d'Abruzzo

Luca Spinogatti,  dottore in Scienze Naturali e Accompagnatore di media Montagna del Collegio Regionale delle Guide Alpine d’Abruzzo.

Sono nato a Guardiagrele, ai piedi della Majella, e l’andare in montagna non ha avuto un inizio preciso. Posso dire che a 5 anni sono salito e ho passato la notte in un bivacco a 2500 metri; forse fu quello il mio “battesimo della montagna”.

Da allora ho salito montagne e percorso migliaia di chilometri sui sentieri di tutta Europa, in Italia, in Austria, in Grecia, in Spagna e nei Balcani, restando però sempre profondamente legato all’Appennino centrale e alla Majella in particolare.

La diffusione della conoscenza del territorio, della biodiversità e della storia sono i punti cardine della mia attività, che si rivolge a tutti coloro abbiano la volontà di avvicinarsi all’ambiente montano.

Dal 2005 svolgo professionalmente l’attività di accompagnamento in montagna.

20151115_133136-large

Francesca Mastromauro, Accompagnatore di media Montagna del Collegio Regionale delle Guide Alpine d’Abruzzo.

Sono una appassionata della Montagna, del viaggio e dell’avventura, praticamente da bambina. Sono nata a Pescara nel Marzo 1975, da due genitori sportivi e attivi, e ho iniziato prestissimo a praticare gli sport di Montagna. Amo la neve in tutte le sue meravigliose forme.

Pratico lo sci alpino e sci-alpinismo finchè ce n’e’ da scendere. Un lungo periodo della mia vita l’ho passato scalando montagne e pareti con il mio compagno Raffaello Toro, attualmente Guida Alpina. Ho praticato l’alpinismo e il free climbing, in Abruzzo, Italia ed estero, fino alla nascita della mia bambina Margherita. Negli anni 2000 ho viaggiato all’estero , nei paesi piu’ lontano ed affascinanti (Sud America, Africa, Russia ed Europa).

Attualmente la mia passione e’ l’escursionismo e salire le Vette, in particolare quelle dell’ Appennino abruzzese.

Dal 2015 ho il titolo di Accompagnatore di Media Montagna e Maestro di Escursionismo. Amo l’Abruzzo piu’ di ogni altro territorio al mondo, le sue Montagne in particolare, il patrimonio naturale, antropologico e culturale che lo distinguono. Il mio sogno e’ quello di far conoscere a piu’ persone possibile questo meraviglioso patrimonio!

QUESTO E' L'ABRUZZO

Una terra di contrasti, tra il nord e il sud, l’Abruzzo è la più varia e imprevedibile regione dell’Italia.

In Abruzzo puoi avere l’impressione di essere su una cima delle Alpi o su una spiaggia siciliana, in un vigneto toscano, in un museo del lazio, in un uliveto umbro, in un sito archeologico campano o addirittura in una bottega artigiana lombarda. Tutto condensato in un territorio di poco più di 10000km quadrati e di 1300000 abitanti.

Il tratto distintivo della regione denominata Abruzzo, la sua colonna vertebrale, è la catena appenninica, che qui raggiunge le sue massime elevazioni e i suoi paesaggi più spettacolari. Regno di natura selvaggia, borghi e tradizioni, le montagne d’Abruzzo custodiscono un patrimonio di biodiversità estremamente prezioso, tanto da meritare uno speciale regime di tutela con ben tre parchi nazionali e uno regionale.

Regno di lupi e pastori, l’Abruzzo montano rinnova ogni giorno quel patto di convivenza millenario che lega il mondo della pastorizia alla natura aspra e a volte ostile, dove la civiltà montanara ha costruito un esempio di convivenza con la natura selvaggia ammirato in tutto il mondo.

I borghi di montagna, con la loro architettura povera e spontanea, sorprendono per la capacità di essere integrati al contesto paesaggistico, divenendone parte integrante e costituendo un paesaggio che è un vero e proprio marchio di fabbrica.

Qui sono custoditi tesori d’arte e di architettura inaspettati frutto della floridezza economica basata sulla produzione e sul commercio della lana durante i secoli d’oro della transumanza. Oggi le tradizioni si rinnovano tramandando mestieri e arti, che spesso hanno travalicato i monti buttandosi nella mischia della globalizzazione con le sue produzioni artigianali d’eccellenza.

Le piccole città abruzzesi sono dei piccoli universi dove l’economia appare circolare e dove si potrebbe vivere senza allontanarsi mai da esse, trovandovi tutto il necessario per una vita semplice e appagante.

Sulla costa si respira un’aria mite e mediterranea, dove accanto agli ulivi crescono i fichi d’india e i pini marittimi, che profumano l’aria di resina. Le spiagge e le scogliere non hanno l’aspetto selvaggio delle montagne, e spesso è cementificata, ma resistono alcuni lembi di costa autentica. Un esempio è la costa dei trabocchi, dove la natura rocciosa e più repulsiva hanno protetto genti e paesaggio dall’assalto del cemento. Le famose macchine da pesca (i trabocchi) che come enormi palafitte affondano i loro pali nelle acque dell’Adriatico, oggi sono per lo più ristoranti e luoghi aperti al pubblico, dove la piccola pesca locale rifornisce i ristoratori per rinnovare i piatti e le tradizioni culinarie marinare.

Tra l’Adriatico e l’Appennino si sviluppa una fascia collinare, regno dell’agricoltura abruzzese. Il suolo sabbioso, ricco e forte ne fa un luogo ideale per la coltivazione della vite e dell’ulivo, che qui toccano picchi di eccellenza qualitativa di livello mondiale. Non sono solo clima e suolo a fare olio e vino, ma la sapienza e la cultura di una civiltà contadina con tremila anni di storia.

L’Abruzzo è vario nel paesaggio quanto nel clima, che può essere estremo: la calda estate cede il passo a inverni che possono essere rigidi e nevosi fin sulle spiagge. Allo stesso tempo sulle montagne più alte la neve non si scioglie mai e vivono animali e piante di origine addirittura artica.

Una terra difficile e affascinante, geologicamente giovane e in rapida trasformazione. Questa terra è come un’adolescente, mutevole e cangiante, capricciosa e generosa allo stesso tempo. Terremoti e frane fanno parte del suo carattere mutevole, così come la fertilità e la forza dei suoi abitanti, capaci di cadere e di rialzarsi per prendere in mano la storia e scrivere il futuro.

Le escursioni hanno un costo medio di €20,00 per persona.

Dati Personali
Località
Prenotazione
Pagamento
Dati della Carta di Credito a garanzia della prenotazione (nessun importo verrà addebitato salvo caso di "no show").
Per pagamento con Bonifico Bancario: Minimo 50% del Soggiorno entro un mese dall'arrivo in Hotel e saldo alla Partenza
Trattamento dei Dati Personali
I dati indicati nella presente scheda di prenotazione, raccolti in ottemperanza ad obblighi di legge e conferiti per consentire lo svolgimento del servizio, saranno trattati in piena osservanza delle disposizioni di cui al D.Lgs. 196/03. I diritti dell'interessato inerenti al trattamento dei dati personali sono quelli previsti dall'art. 7 del citato D. Lgs. 196/03. Prendo atto dell'informativa di cui sopra e consento espressamente al trattamento dei propri dati personali e/o quelli dello studio che rappresenta, nei termini sopra indicati.
Regione Abruzzo - Made in Nature, Made in Italy
Realizzato con il contributo della Direzione Sviluppo Economico e del Turismo - Regione Abruzzo nell'ambito del Progetto Interregionale "Miglioramento della qualità dell'offerta turistica (Qualità...lia) c.5, art. 5 L.135/01 - Azioni specifiche"
www.abruzzoturismo.it